skin care freddo
Pelle

Skin care: come proteggere la pelle dal freddo

Lasciata alle spalle una tra le estati più afose degli ultimi anni, ci si prepara già alle temperature più basse dell’autunno. Già si nota l’aria fresca che mattina e sera soffia sul nostro viso. Come si cerca di proteggersi dal freddo indossando giacche e maglioni, bisogna pensare a proteggere la nostra pelle durante i mesi più rigidi. I risultati si vedranno subito!

Curare la pelle: ecco cosa fare per avere una pelle più bella

Idratazione

La parola d’ordine, come sempre, è idratare, da dentro e da fuori. Bere i canonici due litri d’acqua è salutare anche d’inverno, ma per ripristinare l’idratazione da fuori si può ricorrere a un semplice elemento: la glicerina vegetale, che immette in profondità l’acqua. Ma attenzione: se ci troviamo in un luogo secco, sarà meglio allora applicare una maschera in cotone imbevuta d’acqua termale. In commercio esistono comunque moltissime maschere già pronte, di ogni tipo e di ogni formato.

Nutrimento

skin care invernoIl secondo step naturale è nutrire. Qui entrano in gioco gli oli naturali, che dovete scegliere in base al vostro tipo di pelle. Ad esempio, se avete una pelle giovane è meglio utilizzare l’olio di jojoba, mentre se avete una pelle matura allora dovrete optare per l’olio di argan, più corposo. L’olio di mandole e l’olio di oliva possono essere considerati dei passpartout. Attenzione però all’olio di ricino: è comodogeno, ovvero produce punti neri. E non temete: gli oli non ingrassano la pelle, tutt’altro. Se però temete di sembrare lucide, allora applicateli solamente di notte, magari in aggiunta ad una crema.

Vedi anche  Un vaccino contro l'acne e i brufoli è possibile? Ve lo dicono i ricercatori!

Detersione

Sembrerebbe un controsenso, ma per proteggere la pelle dal freddo, ad ogni detersione dovrete utilizzare acqua… fredda! Infatti, l’acqua calda è nemica dell’epidermide, poichè la disidrata. Perciò, preferite sempre l’acqua fresca o al limite tiepida. Inoltre, è fondamentale esfoliare e pulire in profondità la pelle, ancora di più dopo la stagione estiva, dove il caldo e i raggi del sole hanno stressato la pelle, aumentando la produzione di sebo e producendo più punti neri.

Protezione solare

L’ultima buona norma, non per importanza, è l’applicazione della protezione solare. Certo, i raggi sono più deboli rispetto all’estate, ma i danni sono sempre gli stessi. Perciò, oltre alla crema idratante da giorno bisogna sempre applicare un SPF alto, oppure optate semplicemente per i fondotinta che lo includono.

Insomma, con questi piccoli accorgimenti la vostra pelle non avrà nulla da temere con l’arrivo dei primi freddi! L’estate è bella, ma vogliamo parlare dell’atmosfera natalizia?