manicure giapponese
Unghie

Manicure Giapponese: cos’è e quanto dura

Tutte le donne vogliono delle unghie forti e lucenti, ma molte purtroppo fanno fatica a mantenerle così. Per fortuna è arrivata anche in Italia la manicure giapponese!

Che cos’è la manicure giapponese?

Innanzitutto, chi ve la pratica non è da considerarsi un’estetista ma piuttosto un’esperta. Infatti, prima di decidere come procedere dovrà esaminare attentamente le vostre mani e le vostre unghie, che hanno molto da rivelare riguardo al vostro stato di salute. Inoltre, questa manicure è amica delle fan dell’ecobio, poichè tutti gli ingredienti usati nel processo sono di origine naturale, a partire dagli strumenti, ovvero le limette di ceramica, passando ai bastoncini per le cuticole in legno d’arancio fino ad arrivare ai disinfettanti, gli oli e le creme. Tra gli ingredienti usati più comunemente troviamo la polvere di perle, il ginseng, il latte di riso, la cera d’api, l’olio di jojoba e di ylag-ylang, oltre a vari estratti (bambù, alghe, vaniglia, semi di loto, tè rosso).

L’idea che sta dietro alla manicure giapponese è quella di permettere alle unghie indebolite e danneggiate di ritornare alla loro bellezza naturale. Anche se già dalla prima seduta si vedranno enormi risultati, avrete bisogno di diversi appuntamenti affinchè le unghie ritornino forti, lucenti ed elastiche, ritornando al colorito rosaceo naturale.

In cosa consiste il trattamento?

manicure giapponese pshineDopo aver rimosso lo smalto e aver dato un’occhiata allo stato delle vostre unghie e mani, l’esperta vi metterà del disinfettante liquido caldo a base di cera d’api. Poi vi limerà le unghie a seconda della lunghezza e della forma che desiderate. Il passo successivo è sbarazzarsi delle cuticole. Attenzione, non bisogna mai tagliarle, bensì farle indietreggiare. Per rendere il tutto più agevole e meno doloroso bisogna massaggiare le cuticole con dell’olio di jojoba e spingerle con il bastoncino di legno d’arancio. Sull’unghia viene poi messa una crema naturale che aiuterà nel passaggio seguente, ovvero la lucidatura. Una volta che le unghie saranno lucidate grazie all’apposito strumento di pelle di vitello, sarà il momento di applicare la pasta minerale per raffozare il letto ungueale, facendo anche sì che l’unghia cresca forte e più velocemente. La pasta è a base di alghe, cera d’api e una varietà di oli. Infine, l’esperta applicherà una pellicola minerale con ginseng e polvere di perle per raggiungere la liscezza e la lucidità, oltre ad evitare ulteriori danni.

A seconda del salone, questo processo viene ripetuto due o tre volte. Inoltre, vi faranno un massaggio ringiovanente alle mani, utilizzando oli essenziali caldi che aumentano la circolazione sanguigna, diminuiscono la tensione e rilassano le mani.

Quanto dura?

Normalmente la manicure giapponese dura circa due settimane, ma sicuramente dipende molto da quanto e come usate le mani.

Certamente non si tratta di una manicure colorata e stravagante, ma è sicuramente una coccola da provare almeno di tanto in tanto!